venerdì 28 settembre 2012

Svegliamoci

La mafia

La mafia non è affatto invincibile; è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine. Piuttosto, bisogna rendersi conto che si può vincere non pretendendo l'eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni.
Giovanni Falcone

martedì 25 settembre 2012

Tra il dire e il fare

c'è di mezzo la voglia, la costanza, la sopportazione
c'è di mezzo l'imparare a stare zitto, e l'imparare a parlare
la pazienza nel dovere aspettare
per poi liberarsi per andare avanti

tra il dire e il fare

tra il dire e il fare
c'è di mezzo il sogno
che ti guida se vuoi volare
che ti raccoglie quando perdi la strada

tra il dire e il fare

c'è di mezzo

il fare

sabato 15 settembre 2012

E allora scrivo

La mente si avvelena

il veleno dei comportamenti e’ come un fumo tossico 
che sostituisce la realtà dell’essere come sono
nella realta’ di essere come vorrei
 o peggio di 
come dovrei

quando la mente si avvelena mi capita di leggermi da fuori
estraneo a me stesso
sdoppiandomi tra l’uomo che vive e l’uomo che osserva


avvelenamente

mercoledì 12 settembre 2012

Perché scrivo

Perché aggiungere parole scritte, alle tante che già ci sono, ai tanti che parlano, alle tante che vengono dette. Poi alla fine cosa sono, simboli e segni, persi nel nulla.

Ci penso e ci rifletto e capisco perché mi trovo qui, di notte a dire per scritto qualcosa, a dire quello che a voce resta qualcosa di indicibile.

Si, perché scrivere?, perché scrivere?.... e perché non dire invece, a voce... E perché cantare e lasciare alle rime e alla melodia la ricerca nascosta del dare un senso a qualcosa, se non alla vita, ci fosse qualcosa che possa dare un senso alla vita.  

Scrivere allora è dare retta all'impulso di graffiare un foglio bianco, è esprimere qualcosa non riesci a dire, manifestare qualcosa che hai in mente, ma che magari ancora non comprendi; manifestare qualcosa che prende senso solo quando lo organizzi, in forma adeguata di sequenze grammaticali comprensibili e finite. 

E scrivi per dire quello che a volte non ti dici o per dirti quello che non riesci ad esprimere, quello che non sai; scrivi per capire quello che pensi, per capire cosa intendi riempiendolo a volte di musica vincolato ad un ritmo

Eh si, perché non sempre una parola basta, a gente piccola come me, che, allora, scrive, sperando di dire, o sperando di dirsi, quello che pensa.

Luciano

giovedì 6 settembre 2012

Passo dopo passo




Valle del Vento, alta Valle Aurina


Passo dopo passo

cammino

passo dopo passo
avvicino il cielo

salgo
sasso dopo sasso verso il blu
monocromo
di un dio a cui non credo più

guardo
in alto
davanti a me
roccia e sassi
roccia e sassi

vorrei
la montagna
 avesse braccia per stringermi
seduto tra le sue rocce
fermo a respirare
senza dovere pensare

ma continuo
passo dopo passo
verso un traguardo che non c’è
sasso dopo sasso
non raggiungerò mai il cielo
tantomeno dio

ascolto
la mia mente
pulsare nel silenzio
un brivido percorre il mio corpo stanco
immobile e impotente
...posso solo sperare...

arrivo
stanco ed esausto
raccolgo gli ultimi passi
trascinandoli nella neve

piango 
seduto a raccoglier forze

ho vinto
mi sono detto

ho vinto
ma ho lasciato tutto dentro me